Produzione del Bitto in un caléc
Produzione del Bitto in un caléc
(Foto di V. Martegani)

 

Superficie (ha):
2458, 4
Quota minima (m s.l.m.):
695
Quota massima (m s.l.m.):
2491

La Valle del Bitto di Gerola si estende sul versante orobico al di sopra di Morbegno, nella bassa Valtellina. Nella sua parte più alta, già al di fuori dei confini del SIC, la valle culmina con il Pizzo dei Tre Signori (2554 m), che attualmente segna il confine tra le province di Sondrio, Bergamo e Lecco mentre nel passato separava le terre del Ducato di Milano da quelle della Repubblica di Venezia e del Cantone dei Grigioni. Della Valle del Bitto di Gerola si dice che è “la più bianca d'inverno e la più verde d'estate”, per l'abbondanza delle precipitazioni. Il paesaggio del SIC è caratterizzato da una morfologia aspra; che tuttavia la mano dell'uomo nel corso dei millenni ha addolcito attraverso la creazione di un'alternanza fra aree boscate, prati e pascoli mantenuti tenacemente a dispetto delle pendenze e delle asperità. La diminuzione delle superfici forestate, compensata dallo sviluppo di aree a impronta agropastorale, ha portato alla creazione di nuovi habitat e ad un arricchimento nella varietà delle forme di vita.

Lago del Culino
Lago del Culino
(Foto di C. Tognoni)
Pendici della Cima della Rosetta
Pendici della Cima della Rosetta
(Foto di C. Tognoni)